22 settembre 2019

Into the wild: questione di corna!

Difficoltà: Medio-Difficile (E -EE)
Durata: 6-6,5 h
Lunghezza: 11.5 km
Dislivello: +/- 850 m

Mappa Itinerario

  • Lunghezza: 11.5 km
  • Dislivello: +/- 850 m
  • Durata: 6-6,5 h
  • Difficoltà: Medio-Difficile (E -EE)

Punto di Incontro

  • Ritrovo ore:  9:00

Classica escursione a carattere faunistico-naturalistico: l’altopiano di San Paolo in Alpe è famoso ormai in tutto il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna per essere un luogo in cui la fauna selvatica è di casa e il contatto diretto con cervi, daini e caprioli è una certezza… o quasi!

Durante questa panoramica escursione a ridosso del lago di Ridracoli, proveremo ad osservare i movimenti dei cervi, che in questo periodo sono nel pieno del periodo riproduttivo, tendendo l’orecchio nella speranza di poter udire il poderoso bramito dei cervi maschi  che cercano di defindere il loro harem.

Punto di partenza sarà Ridracoli, presso il parcheggio del Museo delle Acque “Idro”. Ci si incammina lungo il Sentiero Natura fino a giungere alla strada che conduce ad alcune opere idrauliche a servizio del canale di gronda. Da lì si prosegue per il sentiero CAI (salendo) ed incontrando lungo il cammino i resti dei vari ruderi che un tempo erano animati dal lavoro e dalle voci dei montanari: uno sguardo a terra alal ricerca delle tracce dei cervi e naso all’aria, provando ad annusare la loro presenza.

Si giunge così a San Paolo in Alpe, pianoro erboso noto a escursionisti e naturalisti per essere spesso frequentato da animali selvatici: il nostro obiettivo di oggi sono i cervi… e chissà che non ci sia un bel maschio dominante intento a bramire nel bel mezzo della piana!

Dopo la meritata sosta per le osservazioni faunistiche di rito, il ritorno verso Ridracoli avverrà per sentiero non segnato, lungo l’ormai famoso “Crinale delle Vacche“, con una impareggiabile vista verso il lago e le pareti a precipizio: scendiamo fino ad intercettare l’asfaltata che conduce alla biglietteria della Diga, per poi fare ritorno al punto di partenza. Un giro ad anello nella natura selvaggia… into the wild!

L’escursione si inserisce nel programma delle attività promosse dalla Carta del Turismo Sostenibile CETS, col sostegno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna

Itinerario: Ridracoli – San Paolo in Alpe – “crinale delle vacche” – Ridracoli

Ritrovo: ore 9.00 c/o parcheggio Museo delle Acque Idro, Ricdracoli (coord. 43.883788, 11.835235)

Costo: 15€/cad

Equipaggiamento: scarponi da trekking/escursionismo, pantaloni lunghi, maglietta, pile, giacca impermeabile/gore-tex, copricapo (bandana/cappellino), crema protettiva, zainetto sufficientemente capiente, acqua (min. 1 litro), ricambio completo da tenere in auto.

Tutte le escursioni si effettueranno con un numero minimo di 10 partecipanti.

Iscriviti all’escursione

1 Elenco dei Partecipanti
2 Dati Capo Gruppo
3 Dichiarazione Consenso Informato
  • I dati obbligatori sono: Nome - Cognome - Età (per aggiungere partecipanti cliccare il + a fianco della prima riga)
    Nome*Cognome*CellulareEmailEtà* 
    Aggiungi una nuova riga