Trekking nelle Dolomiti di Brenta – da 29/08 a 05/09

Dal 29/08/21 al 05/09/21

Periodo

29/08 ÷ 05/09

Tipologia

Trekking a base fissa

Meta

Parco Naturale Adamello Brenta – Geopark

Agenzia Viaggi

Una settimana nel Parco Naturale Adamello Brenta, da oltre dieci anni Patrimonio UNESCO per il suo straordinario valore paesaggistico e naturalistico. Faremo base nello splendido paese di Madonna di Campiglio, per poi partire giorno dopo giorno alla scoperta di questo territorio meraviglioso. L’ambiente è quello tipico dell’arco alpino centro-meridionale, con boschi di abete rosso, larice e faggio: i pascoli, disseminati nelle vallate, sono solcati da sentieri e percorsi da escursionisti e vacche di razza Rendena, che qui pascolano per produrre un ottimo latte, da cui si ricava un ottimo formaggio di malga. L’acqua (assieme a foreste e rocce) è l’elemento costante in tutto il territorio: spettacolari cascate con salti di svariati metri scendono dai monti, gonfie dell’acqua del disgelo. I laghetti glaciali si trovano un po’ dappertutto, sparsi fra le valli incassate nei versanti rocciosi delle montagne e regalano momenti di sosta e di pace. Alzando lo sguardo, con un po’ di fortuna è possibile ammirare il volo maestoso dell’aquila reale mentre il fischio dall’allarme delle marmotte riecheggia nelle valli. I rifugi alpini saranno il nostro luogo accogliente durante le passeggiate quotidiane, dove potremo assaggiare i prodotti tipici trentini e riposare le gambe affaticate. Malga Fevri, Rifugio Tuckett, Lago Gelato, cascate Vallesinella… sono solo alcuni dei posti dove i nostri occhi si poseranno, ma in questi giorni vedremo tanto altro. Noi puoi mancare!

Programma di massima
Programma:
1° GIORNO – A PASSEGGIO PER CAMPIGLIO 
Arrivo nel primo pomeriggio e check-in in struttura. Mezza giornata di “esplorazione” del paese e dei suoi dintorni: la “Conca Verde” (il parco pubblico estesissimo con il laghetto al centro), le piazzette principali, i viali con i negozi e la prima periferia, con i boschi di abete rosso a fare da quinta scenica. Percorreremo un pezzetto del Giro di Campiglio, che ci porterà nella parte sud del paese.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
2° GIORNO – IL GIRO DEI 5 LAGHI 
Apriamo questa settimana di trekking con un classico dell’escursionismo dolomitico: il Giro dei 5 laghi. Da Campiglio, con la funivia, arriveremo al Rif. Pradalago e all’omonimo lago. Si alternano sentieri e rocce, fino a raggiungere il punto più alto, a quasi 2500m di quota. Scenderemo poi fino al Lago Serodoli (pranzo al sacco) e poi il lago Gelato. Torneremo un poco sui nostri passi per poi scendere al Lago Lambin e successivamente al Lago Ritorto. Un ultimo sali-scendi fino a raggiungere la funivia 5 Laghi, che ci porterà di nuovo in paese.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
Dislivello: +730/-680 m – Lunghezza: 10 km – Durata: 6 ore
3° GIORNO – RIF. TUCKETT, RIF. CASINEI & Co. 
Oggi i nostri piedi si poseranno ancora sulla nuda roccia dolomitica. Dopo un breve tratto di avvicinamento, partendo da Campiglio paese e salendo verso la località Fortini, si prende la funivia del Grostè per arrivare al Rif. Stoppani, da cui inizierà la nostra traversata tra creste affilate, guglie e pareti strapiombanti. Arriveremo al Rif. Tuckett, dove pranzeremo al cospetto delle cime più note del Brenta. Il ritorno sarà in discesa, passando prima dal Rif. Casinei per giungere al Rif. Vallesinella. Il ritorno a Campiglio avverrà con bus navetta.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
Dislivello: +330/-110000 m – Lunghezza: 11 km – Durata: 6:30 ore
4° GIORNO – LA PIANA E IL LAGO DI NAMBINO 
Partiamo da Campiglio incamminandoci verso località Fortini: il sentiero si inoltra subito in mezzo alle foreste che rendono fresco e ombreggiato il sentiero. Arrivati a ridosso del Lago di Nambino si inizia a salire fino a raggiungere la Malga Busa dei Cavai. Una veloce sosta e poi di nuovo in discesa fino a raggiungere le sponde del Lago di Nambino. Pranzeremo in rifugio e potremo scegliere i tipici prodotti trentini. Poi, per comodo sentiero, arriveremo fino al Villaggio Patascoss e poi, attraversando prati e boschi, ritorneremo in paese.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
Dislivello: 730 m – Lunghezza: 11,5 km – Durata: 7 ore
5° GIORNO – TRA PASCOLI, MALGHE E LAGHI 
Oggi ci aspetta un lungo itinerario, ma i panorami ripagheranno la fatica. La partenza sarà direttamente dal paese per raggiungere il Sentiero dei Siori, che si sviluppa verso Sud. Il tracciato è ombreggiato e attraversa rivi e fossi ricchi d’acqua, fino a raggiungere la malga Valchestria, a 1900m di quota.
Attraverseremo pascoli di quota e praterie di pino mugo, risaliremo tratti rocciosi fino a giungere il Lago Ritorto, dove pranzeremo (al sacco). Scenderemo poi fino alla malga Ritorto e per comodo sentiero fino al paese di Campiglio.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
Dislivello: 650 m – Lunghezza: 17 km – Durata: 8 ore
6° GIORNO – IL MONTE SPINALE E IL DOS DEI VACHERI 
Oggi cammineremo nelle praterie alpine ad est dell’abitato di Campiglio. Come di consueto partiremo a piedi dal paese per salire verso la Malga Fevri e giungere quasi a ridosso dell’arrivo della funivia Spinale.  Il tracciato continua ancora per alcune centinaia di metri su comoda strada sterrata per poi divenire sentiero e giungere al Lago di Spinale. Da qui, fra ampie conche prative e boschi di peccio, si giunge alla Malga Vallesinella Alta e poi, attraverso ombreggiato sentiero, in località Palù, a poche centinaia di metri dal centro di Campiglio.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
Dislivello: 700 m – Lunghezza: 15,5 km – Durata: 7 ore
7° GIORNO – IL RIF. MARIA E ALBERTO AI BRENTEI 
Escursione che giunge in uno dei rifugi simbolo della Val Rendena e del Gruppo del Brenta: il Rif. Maria e Alberto ai Brentei, il cui gestore è stato per tanti anni il famosissimo alpinista Bruno Detassis. Arriviamo con bus navetta al Rif. Vallesinella per poi risalire fino al Rif. Casinei; si sale ancora su tracciato roccioso e successivamente con sali-scendi fino a raggiungere il mitico rifugio Brentei. Sosta pranzo in rifugio, per poi scendere su roccia e poi su praterie fino alla malga Brenta Alta, poi fino alla Malga Brenta Bassa e poi, per comodo sentiero fino al punto di partenza.
Rientro in hotel; cena e pernottamento.
Dislivello: 730 m – Lunghezza: 11,4 km – Durata: 7 ore
8° GIORNO – LAGO MALGHETTE
Escursione di chiusura dove l’acqua è di nuovo protagonista: il lago delle Malghette. Dopo aver lasciato l’albergo, raggiungiamo con mezzi propri la malga Zeledria, sopra il Passo Campo Carlo Magno, da cui parte il nostro itinerario finale. Il sentiero taglia prateria e pascoli d’alta quota, attraversa piste da sci e giunge dopo una decisa salita, fino al rif. Viviani, posto sulle sponde del Lago Pradalago. Un sentiero fra prati, rododendri e mughi conduce con scarso dislivello fino al rif. Malghette sull’omonimo lago. Potremo pranzare tutti assieme con prodotti tipici o con pesce di lago, per poi scendere per comodo e largo sentiero fino al punto di partenza e salutarci.
Info & Prenotazioni