Periodo

05 ÷ 09/06/’24

Tipologia

Trekking mobile

Dove

Sud Tirolo – Val d’Adige

Agenzia Viaggi

Costo

Quota individuale di partecipazione: € 490,00 (in camera doppia condivisa)

Supplemento camera singola: € 120,00

Supplemento camera Junior Suite a Velturno: € 15,00

Il “Keschtnweg” o “Sentiero del Castagno” è uno splendido cammino immerso nel verde dei boschi della Valle Isarco: si attraversano castagneti e vigneti, passando per paesi e piccole chiesette di montagna, camminando su comodi percorsi in terra battuta o in parte asfaltati e su sentieri avventurosi, tra gole scavate nella roccia e valli verdissime.
Il cammino inizia dal Monastero di Novacella, nei pressi di Bressanone, passando successivamente dal paese di Velturno (con l’omonimo castello), dall’abbazia di Sabiona e dalla città medievale di Chiusa, da Barbiano (famoso per il suo campanile storto), dal piccolo nucleo abitato di Longomoso (a ridosso dell’altopiano del Renon), fino a giungere a Bolzano. Durante il cammino avremo modo di gustare la tipica cucina altoatesina e riposarci in accoglienti alberghi. Un cammino diverso dal solito, dove natura, cultura, tradizioni e buon cibo si fondono per un’esperienza unica!

PROGRAMMA

GIORNO 1: BRESSANONE

Incontro dei partecipanti con la guida direttamente in hotel nel tardo pomeriggio. Introduzione alla conoscenza della Valle Isarco e del nostro itinerario. Cena e pernottamento.

GIORNO 2: NOVACELLA – VELTURNO Km: 15,20 Dislivelli: +750m/-460m

Prima colazione in hotel, partenza per Novacella. Visita libera all’Abbazia di Novacella e, successivamente, inizio del trekking vero e proprio. Da Novacella giungeremo al paese di Varna, passando attraverso castagneti tutelati e monumentali. D’obbligo una sosta presso la storica birreria Hubenbauer per un pranzo tipico. Si prosegue alternando tratti di sentiero a tracciati su asfalto, fino a passare nei pressi della chiesa di S.Cirillo e poi al paese di Pinzago. Si prosegue attraversando prati e vigneti, lambendo il paese di Tecelinga, con la chiesa sulle cui pareti esterne sono affrescate scene di caccia. Il percorso prosegue con il fondovalle a sinistra e i monti sulla destra, mentre il Keschtnweg sfila davanti ai masi (i tipici agriturismi altoatesini), ai castagneti e ai numerosi torrenti che solcano questa valle. Arrivo a Velturno. Sistemazione in hotel. Cena in hotel e pernottamento.

GIORNO 3: VELTURNO – BARBIANO Km: 16,60 Dislivelli: +1100m/-1000m

Prima colazione in hotel e ripartenza per quella che è la tappa più lunga e impegnativa del cammino. Usciti dal paese, ci si incammina per stradelli battuti che dopo alcuni chilometri conducono al bellissimo borgo rurale di Pradello. Da qui si prosegue lungo comodi sentieri per arrivare al monastero di Sabiona, edificio eretto su un’altura che sovrasta il paese medievale di Chiusa. Dopo la visita al monastero, scenderemo a fianco delle mura per raggiungere Chiusa, che visiteremo rapidamente, prima di intraprendere una ripida salita che ci porterà in quota. Per strade di campagna e vigneti raggiungeremo il paese di Villandro, con il suo caratteristico cimitero dalle particolari croci sepolcrali in ferro battuto. Si prosegue attraversando il paese di S.Maurizio e, successivamente, percorrendo la stretta gola dello Zargenbach (Rio degli Orti). Ancora pochissimi chilometri fra i castagneti e si giunge a Barbiano. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

GIORNO 4: BARBIANO – LONGOMOSO Km: 16 Dislivelli +740m/-430m

Prima colazione in hotel. Uscita dal paese e attraversamento di uno scenografico ponte sospeso, da cui si possono vedere le famose cascate di Barbiano. Il percorso si sviluppa su strada asfaltata, ma lo scenario è da togliere il fiato: si possono vedere le cime dell’Alpe di Siusi e del Catinaccio, attraversando un fondovalle tappezzato di vigneti e meleti. Dopo aver sfilato di fronte alla chiesa di S.Ingenuino si prosegue ancora un poco per strada battuta, fino a raggiungere un erto sentiero che ci porta alla chiesa di Santa Verena, affacciata sulla valle. Percorrendo il sentiero della Via Crucis ci si sposta verso sud, seguendo sentieri che si affacciano su frutteti e boschi di castagno. Ci aspetta una visita alla chiesa di S. Andrea, posta su un’altura, e la meritata pausa pranzo presso tipico Agriturismo. Ora ci aspetta la stretta forra di Finsterbach (Rio Fosco): siamo ormai giunti alla meta della giornata. Ancora una ripida salita verso Collalbo, di cui vedremo solo la periferia, per dirigerci verso il piccolissimo paese di Longomoso, per il meritato riposo. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

GIORNO 5: LONGOMOSO – BOLZANO Km: 17 Dislivelli +470m/-1330m

Prima colazione in hotel e ripartenza per l’ultima tappa del nostro cammino. Dopo aver ripercorso a ritroso un breve tratto, si scende fino all’abitato di Siffiano. Da qui, su sentiero, si scende ancora fino alle rovine di Castelpietra (visibili dall’alto) e, superando il rio Stagbach (Rio del Passo), si sale su un’altura da dove è possibile ammirare la bassa Val Isarco. Il tracciato prosegue senza particolari difficoltà fino al paese di Auna di sotto e poi, alternando strade asfaltate a sentieri immersi nei boschi, fino al piccolissimo borgo di Signato, dove pranzeremo. La pausa ristoratrice ci permetterà di affrontare l’ultimo tratto di cammino: il tracciato è comodo, il fondo ben battuto e la vista strepitosa. Passando ai margini di un coltivo, si possono ammirare le Piramidi di Pietra, formazioni caratteristiche assolutamente da non perdere. Numerosi poi sono i masi incontrati lungo il percorso, come il maso Spornberg (Monte Spacco), posto ai margini di un vigneto e di un bosco da favola. Ora ci aspetta solo la discesa fino alla piccola frazione di S.ta Maddalena e l’ultimo chilometro, prima di arrivare in stazione a Bolzano, dove ci saluteremo.
Arrivederci al prossimo viaggio!

La quota comprende:

  • pernottamento in hotel, in camere doppie con servizi privati;
  • la prima colazione; una cena in hotel;
  • assistenza di Guida Ambientale Escursionistica per l’intera durata del viaggio;
  • Brixen card (comprende utilizzo gratuito dei mezzi di trasporto pubblici locali, ed altri servizi extra in Alto Adige).

La quota NON comprende:

  • spese di apertura pratica;
  • trasporti ed eventuali trasferimenti;
  • i pranzi al sacco;
  • tutte le cene, tranne una;
  • le tasse di soggiorno;
  • le entrate ai musei, ai parchi e ai monumenti;
  • quanto non contemplato nella voce “La quota comprende”.

PER INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI:

FOUR SEASONS NATURA E CULTURA

Via degli Ottavi 35 – 00174 Roma
tel. 06.27800984
mail: infoviaggi@fsnc.it