Trekking in Valle di Fassa

Dal 03/07/22 al 09/07/22

Periodo

03/07 ÷ 09/07

Tipologia

Trekking a base fissa

Meta

Valle di Fassa

Agenzia Viaggi

Trekking nel cuore della Valle di Fassa: cammineremo sui Monte Pallidi, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, ammirando l’Enrosadira che colora le rocce all’alba e al tramonto, sentiremo il fischio delle marmotte e ci riempiremo gli occhi della bellezza delle Dolomiti.

Programma di massima
 Domenica 3 luglio – LA MALGA ALOCH.  Arrivo in struttura e sistemazione.cSemplice passeggiata dal centro paese fino alla famosa Malga Aloch, dove potremo fare aperitivo (per chi lo desidera) affacciati sullo splendido fondovalle fassano. Rientro in hotel; cena e pernottamento. Dislivello: +/-100 m – Lunghezza: 3 km – Durata: 1,5 ore – Difficoltà: Facile

Lunedì 4 luglio – DAL BUFFAURE AL SASS D’ADAM. Ci sposteremo a piedi fino all’impianto di risalita del Buffaure, che ci porterà in quota. Da lì proseguiremo percorrendo strade sterrate larghe e comode a sentieri battuti in mezzo ai pecci, risalendo la val Jumela fino a giungere alla Sella Brunec, da cui è possibile vedere gli impianti di risalita del Ciampac di Penìa. Una cresta aerea ci porterà sul Sass d’Adam e sul Col de Valvacin, prima della discesa e del ritorno alla funivia. Rientro in hotel; cena e pernottamento. Dislivello: +/-800 m – Lunghezza: 10 km – Durata: 6 ore – Difficoltà: Media

Martedì 5 luglio – SOTTO LE TORRI DEL VAJOLET. Direttamente dal paese di Pozza ci receremo a Pera di Fassa, per salire sulla seggiovia che, in 3 tronconi, ci farà arrivare al Rif. Ciampedie. Una comoda strada ben battuta ci condurrà fino al Rif. Catinaccio: ora per una via traversa e panoramica raggiungeremo il rif. Vajolet, dove sosteremo per il pranzo. Il ritorno avverrà per la comoda strada carrareccia che passa dal Rif. Gardeccia e poi, su sentiero diverso dall’andata, ci riporta alla seggiovia. Rientro in hotel; cena e pernottamento. Dislivello: +/-700 m – Lunghezza: 12,5 km – Durata: 7 ore – Difficoltà: Media

Mercoledì 6 luglio – VAL SAN NICOLO’ – BAITA MONZONI. Brevissimo spostamento in auto per arrivare all’inizio della val San Nicolò, nei pressi del camping Vidor. Lasciata l0auto ci incammineremo per strada battuta fino alla deviazione con il sentiero che sale alla Punta Vallaccia. Dopo pochi chilometri il sentiero piega decisamente a est, procedendo a mezza costa in mezzo a foreste di conifere e praterie, fino a giungere alla Baita Monzoni e alla successiva Malga. Il ritorno ci vedrà percorrere bucolici sentieri in mezzo alle foreste, fino a giungere sulla strada di fondovalle che ci conduce alla Malga Crocifisso e, successivamente, alle auto. Rientro in hotel; cena e pernottamento. Dislivello: +/-600 m – Lunghezza: 11 km – Durata: 6 ore – Difficoltà: Media

Giovedì 7 luglio – IL RIF. FUCIADE E L’ALTA VIA DEI PASTORI. Oggi il trekking si svolge ai confini con la Val di Fiemme, con partenza dal Passo San Pellegrino. Una comoda strada sterrata ci condurrà prima la Rif. Fuciade ed i suoi caratteristici fienili, per poi procedere in mezzo alle praterie alpine fino ad intercettare l’Alta Via dei Pastori. La strada conduce attraverso le baite ed i masi degli allevatori, fra mucche tori e vitelli, fino a chiudere l’anello ripercorrendo parzialmente parte del semplice sentiero percorso nella mattinata. Rientro in hotel; cena e pernottamento. Dislivello: +/-650 m – Lunghezza: 13 km – Durata: 7 ore – Difficoltà: Media

Venerdì 8 luglio – ALLA RODA DI VAEL. Altro trekking ad anello ai margini sud della Val di Fassa, al cospetto della Roda di Vael. Con le auto ci porteremo al Passo di Costalunga e da lì ci incammineremo fra pini mughi e abeti rossi in mezzo alla vegetazione, alternando strade sterrate a sentieri battuti. Ci alzeremo di quota fino a che il tracciato si farà solamente roccioso e potremo giungere al Rif. Roda di Vael, a circa oltre 2300m. Il sentiero ora procede tutto a mezza costa, transitando davanti all’imponendo aquila in ferro del Christomannos e procedendo sempre su roccia (in alcuni tratti il sentiero si fa molto stretto!) si giunge al Rif. Paolina, dove pranzeremo. Da lì alle auto il tratto è breve e immerso nel bosco, alternando tratti a praterie fiorite. Rientro in hotel; cena e pernottamento. Dislivello: +/-600 m – Lunghezza: 12 km – Durata: 6 ore – Difficoltà: Media

Sabato 9 luglio – MALGA PANNA E MALGA RONCAC. Ultimo giorno di trekking: dopo aver lasciato l’albergo ci spostiamo a Moena, dove lasciamo l’auto nei pressi del punto informazioni. Da lì si attraversa il paese, arrivado per sentierini secondari fino all’abitato di Sorte e alla celebre Malga Panna. Il tracciato prosegue su comoda strada battuta, ammirando sullo sfondo le cime dei Monti Pallidi e, nelle immediate vicinanze, gli effetti ancora visibili della terribile tempesta Vaia che nell’ottobre 2018 ha devastato queste foreste. Il facile itinerario ci conduce alla Malga Roncac, dove pranzeremo per poi raggiungere, in poco tempo, le auto. Dislivello: +/-450 m – Lunghezza: 6,5 km – Durata: 4 ore – Difficoltà: Medio-Facile

GUIDA: Riccardo Raggi Romagnatrekking®, Guida Ambientale Escursionistica (abilitato L.R ER 4/2000, professionista L. 4/2013, iscritto la Registro Italiano  delle Guide Ambientali Escursionistiche al n- ER296, assicurato RC).

Agenzia Viaggi ON TRAVEL  snc

Tel 0532 243550 / Fax 0532 206983 / info@on-travel.it

Info & Prenotazioni